PANI E PANORAMI – SICILIA INSOLITA (18 > 21 marzo 2017) VIAGGI FOTOGRAFICI


Non ho la presunzione di essere un Tour Operator, ma ho la certezza di conoscere la mia terra. Viaggiando e accompagnando spesso gruppi in giro per il mondo ho potuto cogliere tante realtà e modalità di scoperta che ogni singolo fa suo, da capire ed interpretare il desiderio del viaggiatore con la reflex in mano, che vede la realtà che si accinge a scoprire, cercando di cogliere una sensazione e poi un’emozione, secondo la sua personale interpretazione. L’occhio fotografico, a cui è rivolto questo itinerario, ha bisogno di tempi dedicati e più lenti, senza tralasciare la visita del BEST IN TOUR, con un’attenzione anche ai PUNTI DI OSSERVAZIONE o SCATTO, che non sono i LOOKOUT fisici ma situazioni o luoghi definiti anche se non molto noti, da cui fotograficamente “cogliere” e portare con se un pezzetto di emozione. Per questo ho privilegiato oltre ad alcune località panoramiche, anche la visita ad eventi locali, che permettono l’integrazione ed il racconto fotografico all’interno di questi itinerari di Sicilia Insolita. Gli itinerari che seguiranno si diversificheranno senza mai essere uguali ai precedenti, perchè svolti in occasione di alcuni eventi e feste (come nel prossimo aprile 2017 i riti della Pasqua Arbëreshë di Piana degli Albanesi e la processione dei Misteri di Trapani, legati ai riti della Settimana Santa) per integrarsi meglio sul territorio, attraverso le tradizioni. Il fine di questi viaggi è stimolare l’opportunità di fare fotografia, dalla STREET PHOTOGRAHY, al Reportage, alla Fotografia d’arte, di viaggio o paesaggistica. Ovviamente sono benvenuti accompagnatori/trici che, staccando anche solo pochi giorni dallo stress del lavoro e della vita quotidiana, desiderano seguire i partners/familiari e vogliono rilassarsi in una vacanza, che in Sicilia promette di essere “godibile”, oltre che per i siti culturali in itinere anche per la mitezza del clima e la gastronomia tipica.

Con un gruppetto di amici organizzo un giro fotografico tra le tradizioni legate alle mense di pane di San Giuseppe, ai borghi del trapanese, alle saline di Trapani e all’itinerario arabo/normanno di Palermo (circuito Unesco). Quattro giorni di breve pausa dal lavoro con 5 notti/4 giorni in questo breve tour informale, acquistando autonomamente un volo low cost su Palermo ed essere pronti a conoscere la SICILIA INSOLITA Per Informazioni contattare  info@giusepperussophoto.com

ok-pani-e-panorami-copertina-4

PANI E PANORAMI : MENSE DI PANE, BORGHI E SALINE : le mense di pane di S. Giuseppe a Balestrate e Salemi (tradizioni sacre e panorami della Sicilia Occidentale) + ITINERARIO ARABO NORMANNO A PALERMO (siti Unesco) dal 18 al 21 marzo 2017  – VIAGGI FOTOGRAFICI

17 marzo Venerdì  arrivo in serata presso la struttura convenzionata a Balestrate (PA), il paese dei tramonti

tramonto-balestrate

BALESTRATE, IL PAESE DEI TRAMONTI

18 marzo Sabato  – 1° giorno

Trapani  (Mura di Tramontana)

025

TRAPANI : MURA DI TRAMONTANA

Erice in funivia (visita borgo e panorama su Trapani, sulle saline e sul Mar Tirreno)

erice vicolo

ERICE

Mense e Falò a Balestrate (LE VAMPE)

dsc_2254

BALESTRATE : MENSA DI SAN GIUSEPPE

Raggiunta Trapani per una passeggiata lungo le Mura di Tramontana, il lungomare che dal Mercato del Pesce, costeggiando l’ultimo tratto di costa tirrenica fino al Bastione e poi verso la Torre di Ligny, si può godere di inediti scorci sul litorale di alghe con il sottofondo della risacca del mare, su Monte Erice e la sua funivia. Con la panoramica funivia, con cui salendo lentamente di quota si osserva la maestosità di Trapani adagiata a forme di falce accanto alle bianche saline con le isole Egadi che emergono dal mare all’orizzonte, si raggiunge Monte San Giuliano a mt. 750 sl, dove è Erice, borgo medievale sorto fin dall’antichità per un tempio dedicato a Venere Ericina. Visitati la Chiesa Matrice dal bel portale gotico, l’attiguo panoramico Campanile, il giardino del Balio e il Castello di Venere, ci perdiamo per le vie ciottolate del tipico borgo, spesso immerso nella nebbia, tale da sembrare surreale e spesso fuori dal contesto paesaggistico siciliano. Ci prepariamo, rientrando a Balestrate, per  la visita degli altari, seguendo l’esempio dei locali, che la vigilia del giorno dedicato a San Giuseppe, visitano  le mense ubicate dentro case private, segnalate nel quadrivio esterno da “vampe” (falò, ultima traccia pagana dei riti dionisiaci volti alla propiziazione della fertilità) e allestite da famiglie, che per assolvere allo scioglimento di un voto “purmisione” per una grazia ricevuta dedicano al santo una mensa bandita con pani riccamente decorati, dolci tipici e frutta fuori stagione,  gridando le lodi del Santo e della Sacra Famiglia con la cantilena “e griramu tutti…viva Gesù, Maria e Giuseppi..e San Francescu di Paola”. Cena ritardata (poiché questa visita avviene in orario serale)

APPROFONDIMENTO https://russogiuseppefotoeviaggi.wordpress.com/sicilia/balestrate-atari-e-pani-di-san-giuseppe-quando-la-tradizione-popolare-legata-alla-devozione-religiosa-sposa-larte/

19 marzo San Giuseppe domenica – 2° giorno

Salemi : mense e tour  borgo (ruderi dell’antico Duomo, Palazzo dei Musei:  Museo del Risorgimento, Museo della Mafia, Museo del Pane + Castello Normanno Svevo) con visita di Infiorata, Altari ed esposizione di pane, Archi e addobbi di pane

salemi

SALEMI : IL BORGO

cena-di-san-giuseppe-4f6c5cfd2ab42

SALEMI : CENA E ARCHI DI SAN GIUSEPPE

Gibellina e Cretto di Burri

p1030177

GIBELLINA : CHIESA MADRE DI QUARONI

p1030123

GIBELLINA : CRETTO DI BURRI

Immerso nella campagna trapanese il borgo di Salemi rimane abbarbicato attorno al suo Castello Normanno Svevo. Qui il giorno di San Giuseppe la tradizione di preparare le mense di pane lavorato in onore del Santo è molto radicata. I pani riccamente lavorati con una particolare tecnica e una simbologia religiosa addobbano le mense insieme ad archi che segnalano all’esterno la loro ubicazione. Tra archi e infiorate sulle stradine, tutto il paese è in festa in attesa della loro benedizione che si conclude con la “cena” che ogni  devoto rappresenta  allestendo un pranzo di 101 pietanze, per lo più a base di cereali, verdure, frutta, pesci e dolci in grande varietà. Dopo la celebrazione del rituale della benedizione dell’ altare e dei pani, il cibo è offerto ai bambini, che rappresentano la “Sacra Famiglia”, e ai visitatori che hanno assistito alla “mangiata di li santi”. Non mancheremo di visitare i ruderi dell’antico Duomo, sopravvissuto al terremoto, ed il Palazzo dei Musei (che comprende il Museo archeologico, il Museo del Pane, il Museo del Risorgimento e il Museo della Mafia). Ci spostiamo nel primo pomeriggio alla vicina Gibellina, sorta sui ruderi del vecchio paese, raso al suolo dal terribile terremoto del 1968, e su cui l’artista Alberto Burri propose che le rovine fossero coperte da un lenzuolo di cemento bianco, noto come  “Cretto di Burri”, per non lasciare che il tempo cancellasse per sempre questo luogo, anche dalla mente. La nuova Gibellina, ricostruita su progetti urbanistici d’avanguardia con opere come la Stella di Consagra, Palazzo Di Lorenzo, la Casa del Farmacista e la particolare struttura della Chiesa Madre di Quaroni, la cui enorme cupola in calcestruzzo ricorda una enorme sfera che si appoggia su costruzione cubiche in conci di tufo (dandole dagli anziani locali la denominazione di “chiesa palla”), è invece un Museo en plain air. Se rimane tempo visiteremo anche il Museo delle Trame Mediterranee , sito all’interno del Baglio Di Stefano, sede della Fondazione Orestiadi.

20 marzo lunedì  – 3° giorno

Castellammare, il borgo dei pescatori (panorama, porto e borgo)

Castellammare Landscape

CASTELLAMMARE : PANORAMA

Scopello (borgo, baglio e tonnara)

giuseppe russo

SCOPELLO : LA TONNARA

Museo del sale e Saline al tramonto

ok-trapani-saline-maggio-2000-8

SALINE DI TRAPANI : MULINO A VENTO

Al centro dell’omonimo Golfo, il borgo di Castellammare sorge attorno al castello Arabo Normanno, risalente al 1152, secondo le fonti riferite dal geografo arabo Idrisi nel suo “Libro di Re Ruggero”. Vederlo dall’alto dal suo naturale belvedere panoramico specchiarsi nel mare verde è uno spettacolo da non perdere. Non mancheremo di visitarlo attraverso le strette viuzze e scalette che accedono alla Marina, tra barche e pescatori che riparano le reti, e passando davanti a vecchi depositi di vino e mosto, i cui irregolari muri formano dei cubi imbiancati a calce e in colore pastello, simili a quelli di Procida o Ponza.   Ci spostiamo nella vicina Scopello,  piccolo borgo che conserva ancora al suo interno un Baglio e una Tonnara con i faraglioni con i tipici fichi d’India in cima ad essi, che emergono dalle acque trasparenti del mare. Concluderemo la giornata nei pressi di Trapani per godere dei panorami  della saline e dei suoi famosi “munzidduna e arioni” ricoperti dalle “ciaramire” di terracotta, con lo sfondo delle case di Trapani e di Monte Erice, non mancando di visitare il Mulino a vento, sede del Museo del Sale, aspettando la magica ora del tramonto.

APPROFONDIMENTO:                                                                                                                                       CASTELLAMMARE https://russogiuseppefotoeviaggi.wordpress.com/sicilia/castellammare-del-golfo-trophee-bailli-de-suffren-e-la-grande-bellezza/

SALINE DI TRAPANI https://russogiuseppefotoeviaggi.wordpress.com/sicilia/trapani-una-giornata-con-i-salinari-salina-galia-saline-di-trapani/

21 marzo martedì – 4 ° giorno

Palermo Tour Unesco (Cattedrale con area monumentale e panorama di Palermo dai tetti), Martorana, San Cataldo, Cappella Palatina, Piazza Pretoria)

ok-7-dsc_2985

PALERMO : PANORAMA SULLA CATTEDRALE E SUI TETTI

PALERMO PIAZZA PRETORIA SAN GIUSEPPE DEI TEATINI PALAZZO ASMUNDO

PALERMO : PIAZZA PRETORIA

Mercato Ballarò (street photography)

ok-dsc_2510

PALERMO : MERCATO DI BALLARO’

Cena conclusiva

Raggiunta Palermo, ci muoviamo a piedi dentro il centro storico per visitare i monumenti del circuito Arabo/Normanno. La Cattedrale monumentale con l sua facciata del 1185 più volte rimaneggiata, la Cappella Palatina all’interno del palazzo dei Normanni con stupendi mosaici, raffiguranti varie scene bibliche, su cui si distingue il Cristo Pantocratore benedicente. Transitando per il centro di città, Piazza Villena e la scenografica Piazza Pretoria, visitiamo la normanna Chiesa di San Cataldo nota per le cupole rosse e l’adiacente Chiesa dell’Ammiraglio con i superbi mosaici bizantini al suo interno.  Non mancheremo di fotografare Palermo con un’inedita vista panoramica dei suoi tipici tetti, valutando a secondo il tempo che avremo  disposizione se salire sulle terrazze della Cattedrale o sulla Cupola del  SS. Salvatore. Spezzeremo la visita urbana con una full-immersion nel cuore della Palermo popolare e perno della vita multietnica locale: il mercato di Ballarò. Concluderemo la giornata con una memorabile cena, prima di rientrare a Balestrate, a conclusione del tour Pani e Panorami.

22 marzo mercoledì partenza da Palermo

Arrivo e partenza in autonomia a/da aeroporto di Palermo e poi presso la struttura convenzionata a Balestrate (PA)  – Può essere richiesto specifico transfer A&R con servizio convenzionato

La quota comprende

Quota individuale di partecipazione

minimo 4 / massimo 8 partecipanti

5 notti di alloggio a Balestrate (PA), il paese dei tramonti, presso la Casa Vacanza SIKELIA ed HomeStay ad essa collegata (Pernottamento per 5 notti in camera singola/doppia/tripla/quadrupla)

n° 5 Prime colazioni

n° 1 Cena di addio l’ultima sera

Trasporto per il tour (Auto Cat B fino a 4+1 pax o Minivan Cat D fino a 8+1 pax ) by JUMBO RENT A CAR (Balestrate)

Carburante e Parcheggi

Assistenza / Guida

Assicurazione Medico/Bagaglio by EUROPE ASSISTANCE/JUMBO VIAGGI

La quota NON comprende

Viaggio in aereo A&R con destinazione Palermo

Bevande, 4 Pranzi e 3 cene, tranne la cena di addio l’ultima sera

Ingressi ai siti

Mance

Transfers aeroporto Palermo > Balestrate > aeroporto Palermo (che può essere richiesto)

Extra di carattere personale

Quanto non espressamente indicato nel programma e al paragrafo “la quota comprende”

Prezzo: € 300 a persona – Anticipo € 50 a persona, seguendo la modalità indicata via mail – Saldo in contanti all’arrivo. Per Informazioni contattare info@giusepperussophoto.com

Giorni: 4 / Notti 5

Classe: Minimo 4 > Max 8 Persone

A richiesta: giorni supplementari di permanenza liberi e/o organizzati presso la struttura SIKELIA di Balestrate, precedenti o seguenti il tour

GASTRONOMIA TERRITORIALE : pane con sesamo e semi di finocchio, caponata, olive, formaggi, pomodori secchi ripieni, pane e panelle, cazzilli, pani ca’meusa, pani cunzatu, arancine, tabisca, pizza al limone, anelletti al forno, pasta con le sarde, sarde a baccafico, busiate col pesto trapanese, pani cunzatu, couscous di pesce, frittura di pesce, tonno, agrumi, dolci (cassatelle di ricotta, sfince, cannoli, cassata, paste di mandorla, genovesi, ericini, frutta di martorana, pignoccata)

Per Informazioni contattare  info@giusepperussophoto.com

Il tour, pur rivolgendosi a fotografi per la sua particolarità legata ai tempi di scatto, è aperto anche a loro accompagnatori/trici

Assistenza e collaborazione JUMBO VIAGGI Balestrate (Palermo)

FLICKR 

https://www.flickr.com/photos/giuseppe_russo/albums/72157674062466063  

FACEBOOK

https://www.facebook.com/giuseppe.russo.790256/media_set?set=a.10209502870823702.1073741890.1084328821&type=3&pnref=story